Amarcord AudioCarSterIo

Era da qualche anno che mancavano raduni di questo calibro in Campania e l’occasione è stata ghiotta per molti appassionati.
Il tempo incerto e il freddo non hanno fermato questo raduno che fin dalle premesse si preannunciava come un bellissimo momento di condivisione con tanti appassionati provenienti non solo dalla Campani, ma anche da altre Regioni come la Lombardia, l’Emilia, il Lazio o la Calabria. Una sensazione unica questo raduno perché ha permesso di riunire tante persone che hanno animato il panorama del hi-fi car campano di alto livello del decennio scorso, ma anche del millennio scorso e sono bastati solo pochi minuti per far rinascere quel divertimento e quella goliardia che ci ha fatto vivere tanti bei momenti ricordando episodi e momenti unici.
Presenti anche tante nuove leve di appassionati entusiasti di questo hobby che si scambiavano ascolti e consigli con un entusiasmo che negli ultimi anni sembrava un poco perso, ma che era semplicemente assopito.
Un semplice grazie per tutto questo va a Francesco del Giudice che ha permesso tutto questo con un pranzo  incredibilmente ricco e lungo … eh sì così lungo e pieno di ottime portate che più di una persona scherzosamente si è chiesta dove fossero gli sposi, ma la compagnia era così bella che è stato solo un piacere poter stare a tavola con tutti loro.

Un piacere poter rivedere tutta la redazione storica di ACS Audio Car Stereo, rivista ormai assorbita dalle pagine di Audio Review. Sempre pieni di entusiasmo, anche se alcuni di loro hanno preso strade diverse, ma sempre pronti a ridere, scherzare e parlare di audio allo stesso tempo.
Presente anche Mauro Neri, direttore di Audio Review, che con questa presenza ha rinverdito il suo passato da appassionato di car audio, ma cosa importante ci ha fatto una mezza promessa di pensare ad un’uscita annuale di ACS.
Apprezzata da molti la presenza di Gian Piero Matarazzo, parte del team tecnico di Audio Review e progettista di sistemi home per diverse aziende note, che si è subito mille domande da parte di tutti, dispensato qualche consiglio e dato qualche dritta sulle misurazioni in autovettura.

Erano presenti anche diversi operatori di settore e installatori rimasti entusiasti per la presenza di tanti appassionati di hi-fi car, un settore dato per morto da molti, ma che aspetta solo un piccolo aiutino da parte di tutti per poter rinascere.

Ultimi, ma sicuramente da non dimenticare, il centro della nostra passione, le automobili e i loro impianti che ci hanno deliziato con la loro musica e con la loro tecnica installativa.
Se fino a qualche anno fa era forte la presenza di vetture “work in progress” in questo genere di raduni, spesso con rifiniture discutibili, è stato molto bello poter vedere lavori finiti, ben rifiniti e con soluzioni tecniche intriganti e installazioni non banali.

Un augurio a Francesco e al gruppo AudioCarSterIo di poter bissare questo bell’evento al più presto.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

I commenti sono chiusi.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: